Dittatura Italia: come in tutti i regimi il primo atto è quello di appropriarsi dell’informazione.

Nonostante tutti i dati confermino il fallimento del regime instaurato dal compagno Napolitano (come tutta la “grande sinistra” ormai apertamente schierato con los americanos e la criminale finanza globale), continua senza sosta il lavoro di macelleria sociale del suo delfino Mario Monti.   Come in tutti i regimi, il primo atto è quello di appropriarsi dell’informazione e la conferma viene … Continua a leggere

La Germania ha il debito pubblico in assoluto più voluminoso di tutta Europa. Oltre 7000 miliardi. L’Italia è in assoluto più stabile di tutta l’Eurozona. Chi ha tratto giovamento da una rappresentazione falsa del nostro paese?

  leggi tutto….   http://pdlmestrinopd.wordpress.com/2011/12/30/la-germania-ha-il-debito-pubblico-in-assoluto-piu-voluminoso-di-tutta-europa-oltre-7000-miliardi/  

Informazione di regime: se vince il centro destra non si deve dare troppo spazio, meglio minimizzare e non parlarne.

  Due interessanti articoli, che ben spiegano come funziona l’informazione di regime quando racconta la politica, sia quella estera che quella interna. Silenzio Spagna http://torredibabele.blog.tiscali.it/2011/11/30/silenzio-spagna/?doing_wp_cron Stampa: cambia la musica http://torredibabele.blog.tiscali.it/2011/11/28/stampa-cambia-la-musica/  

Dittatura Italia: la cosiddetta Europa ha una paura matta della volontà popolare, la quale si esprime compiutamente solo nel voto.

I migliori articoli dai blog selezionati per voi da Antikom News. La cosiddetta Europa ha una paura matta della volontà popolare, la quale si esprime compiutamente solo nel voto. Ha una paura matta della democrazia, della sovranità popolare. Poiché tutte le volte che si è messa alla prova dei popoli è stata dai popoli respinta. http://jacheparra.wordpress.com/2011/11/12/siamo-alla-dittatura/   .

Se Berlusconi racconta un film diverso da quello che ci racconta l’informazione di regime.

  “Se andate in Italia non vi accorgerete che il Paese sente qualcosa che possa assomigliare a una grande crisi. Siamo un’economia forte, la terza d’Europa e la settima del mondo, la vita in Italia è quella di un paese benestante. I ristoranti sono pieni e anche le mete delle vacanze sono piene“. Lo ha detto il presidente del Consiglio, … Continua a leggere

Chiude, per paura, un altro sito non allineato al regime del pensiero unico.

I giacobini governarono grazie al “Terrore”. Il Terrore, fu un periodo della storia della Rivoluzione francese, che va dal 1793 al 1794 caratterizzato dalla brutale repressione, da parte dei rivoluzionari http://it.wikipedia.org/wiki/Regime_del_Terrore Venne emanata “La Legge dei Sospetti”, che diede il potere ai rivoluzionari giacobini di arrestatre coloro i quali, con le loro esposizioni orali o scritte, avessero mostrato di non condividere … Continua a leggere

Questo regime che dura dalla fine della guerra ha trovato due imprevisti sul suo cammino: Craxi e Berlusconi.

. In Italia, chi ha comandato dopo il fascismo è stato chi ha vinto la guerra, quindi antifascisti, comunisti e americani, all together appassionatamente. Non per nulla oggi gran parte degli ex DC sta a sinistra, a cominciare da Scalfaro. Non per nulla gli USA (dove è appena stato approvato il matrimonio tra individui dello stesso sesso) sono oggi i maggior esportatori … Continua a leggere

SERVI E PROSTITUTE

Abbiamo rinunciato alla nostra potestà legislativa nazionale, siamo ora SERVI DELL’UNIONE EUROPEA, che può annullare le leggi volute dal Parlamento italiano, che rappresenta il popolo. Siamo anche SERVI DELL’ONU e dell’ideologia progressista multiculturalista, globalista e antinazionalista che pervade ormai da anni l’Organizzazione delle Nazioni UNite. Siamo ovviamente anche SERVI DELLA NATO, l’organizzazione militare che decide interventi di guerra in altri paesi, violando la … Continua a leggere

L’Italia peggiore.

. “L’Italia peggiore è quella di quanti, non avendo di meglio da fare, irrompono sistematicamente in convegni e dibattiti per interromperne i lavori, insultare i presenti e riprendere la loro bravata con una telecamerina portatile per poi passare subito il video ai giornali amici“ Bravo a Renato Brunetta, che non ha paura dei provocatori comunisti al servizio dell’informazione di regime. . . . … Continua a leggere