Facciamo in modo che il tradimento diventi un vantaggio: ci siamo liberati di Fini e delle sue fallimentari idee di sinistra.

Marcello Veneziani, uno dei più brillanti e coerenti intellettuali della destra italiana, è un amico. E’ allora automatico che risponda subito alle domande che pone su “il Giornale”, scrivendo della destra uccisa da Fini. La prima: “Vi sta bene così?”, riferendosi a quel che rimane della destra in Italia. Risposta: no. La seconda: “Ritenete che la destra abbia ormai esaurito … Continua a leggere

I grandi editorialisti dei grandi quotidiani, quelli che hanno fatto carriera universitaria senza muoversi da casa e che all’estero ci sono andati solo per fare le vacanze sotto una palma.

A leggere la stampa italiana, uno si chiede se i professori-editorialisti dei grandi quotidiani nazionali parlino senza riflettere a causa di una certa modestia dell’ingegno, della pochezza della loro scienza, di una assoluta mala fede, o di tutte e tre le cose assieme. Proprio mentre il governo italiano si attiva per far rientrare i giovani italiani di talento o per … Continua a leggere

Reportage di un incontro tra Fini, Bersani e Luca Cordero di Montezemolo.

Cordero si è rivolto a Fini e a Bersani come esempi di “politica capace e responsabile”. . Poi ha tirato fuori le palle con parole indimenticabili: “Sì al rapporto corretto, al diritto-dovere del cittadino di portare un problema all’attenzione di chi lo deve risolvere senza sentirsi rispondere con inesistenti dietrologie”. Meglio di Peppino e Totò. Montezemolo ha continuato a infierire … Continua a leggere

Come funziona oggi il nuovo terrorismo “diffuso” ?

  Lo scopo dell’estremista, del terrorista è, lo dice la parola stessa, terrorizzare, intimidire, tacitare. Come funziona il nuovo terrorismo “diffuso” e di massa, quello che oggi usa anche internet non solo per organizzarsi e diffondere “gli ordini”, ma anche per colpire, per intimidire ? Ad esempio così: dileggio per i firmatari, accuse di falsificazione per i promotori, minacce per i divulgatori dell’appello … Continua a leggere

Un governo diverso da quello votato dagli italiani, o formato da partiti che quelle elezioni hanno perso, senza un nuovo voto, sarebbe senza ombra di dubbio un golpe e legittimerebbe la reazione del popolo.

  Un governo diverso da quello votato dagli italiani, o formato da partiti che quelle elezioni hanno perso, senza un nuovo voto, sarebbe senza ombra di dubbio un golpe e legittimerebbe ovviamente la reazione del popolo defraudato della sovranità popolare, quella sovranità popolare cui la Costituzione assegna la supremazia e che i golpisti vorrebbero calpestare. Art.1 “La sovranità appartiene al … Continua a leggere