Il mantra della religione di sinistra dice : “Berlusconi ha tre tv”.

Anche Canale 5 “era” di Berlusconi. (non lo è più: da tempo Berlusconi ha ceduto cariche e possesso ai figli) Eppure il Comitato di Redazione di Canale 5 impedì a Berlusconi di andare in onda, perchè Mr.Prodi non aveva accettato l’invito, prima delle elezioni. Anche il Cdr di Canale 5 insorge: “Siamo contro l’ipotesi di una conferenza stampa del presidente del … Continua a leggere

Intercettazioni e avvisi di garanzia: come la sinistra, i travaglisti, i dipietristi ed i giornalisti scardinano i principi etici e morali.

Noi conservatori liberali e democratici dobbiamo denunciare il tentativo da parte dei neocom, dei vetero-comunisti, dei travagl-giustizialisti , dei dipietristi, dei giornalisti che pubblicano intercettazioni, di sostituire al principio costituzionale della “presunzione di innocenza” fino al terzo grado di giudizio, quello della “presunzione di colpevolezza” in caso di un semplice avviso di garanzia, così sovvertendo i principi etici e morali della nostra … Continua a leggere

I peggio compagni: comunisti radical chic e finiani

Un tiro incrociato ha accolto, Eroi di carta. Il caso Gomorra e altre epopee, (il libro di critica all’opera di Saviano, ndr) scritto da Alessandro Dal Lago.   La furibonda reazione, subito tracimata in bilioso livore, non ha riguardato solo quell’ormai incerto territorio dai confini sempre più evanescenti che per semplicità giornalistica viene ancora chiamato sinistra.   Una risposta indispettita è … Continua a leggere

Il complottismo nella narrazione storiografica della sinistra italiana.

La teoria del “Doppio Stato”, che ha fornito una parvenza concettuale alla retorica del complotto, insieme ai continui riferimenti all’azione di «poteri invisibili» e «occulti» (Bobbio) o di uno «Stato parallelo» (Giannulli) hanno davvero aiutato a comprendere la storia del dopoguerra e del decennio 70 in particolare?   La rappresentazione del sessantennio repubblicano come un coerente continuum criminale traversato da … Continua a leggere

Breve lezione di economia per l’elettorato di sinistra: “La pressione fiscale”

Le trombette dell’informazione (da non confondersi con la cultura o la conoscenza) racconteranno oggi al popolino dei mass media che: Italia, sale la pressione fiscale ora è al quinto posto nell’Ue. Ma cos’è la pressione fiscale? La pressione fiscale è un rapporto. La pressione fiscale è il rapporto, (a livello macroeconomico, quindi non si parla di voi…) tra tasse pagate e … Continua a leggere

Frasi Celebri: “Non ho mai visto nessun professionista della sfiducia, dello scetticismo e del pessimismo combinare qualcosa di buono”

“Questa è la differenza tra noi e loro: noi siamo la gente della libertà, della verità, ma siamo anche la gente del sorriso e dell’ottimismo. Loro sono quelli della sfiducia dello scetticismo e del pessimismo e io non ho mai visto nessun professionista della sfiducia, dello scetticismo e del pessimismo combinare qualcosa di buono. Non l’ho mai visto, mai nella … Continua a leggere

I cittadini delle regioni rosse pagheranno l’energia elettrica più cara d’Europa.

Una recente sentenza della Corte Costituzionale sembrerebbe stabilire che le regioni possano rifiutarsi di ospitare sul loro territorio le nuove centrali nucleari. In poche parole i cittadini, nelle regioni governate dalle forze oscurantiste e reazionarie di sinistra, se queste si rifiuteranno di ospitare le centrali, non godranno dei benefici economici sulla bolletta elettrica. Insomma i pugliesi governati da Vendola, gli emiliani … Continua a leggere

Dal 2003 ad oggi la presidenza della RAI è sempre stata di sinistra. Vediamo perché.

L’idea di un Presidente Rai di garanzia (cioè scelto dall’opposizione) era stata di Pierferdinando Casini e Marcello Pera, allora presidenti della Camera e del Senato: nominare un superpresidente Rai di garanzia affidando la scelta all’opposizione.   Era il marzo del 2003 e la legge allora stabiliva che fossero loro a scegliere il Cda, presidente compreso, ma Pera e Casini chiesero all’allora … Continua a leggere

La bufala quotidiana del regime oggi è su : “Zaia e l’inno nazionale”. E i Transformers di sinistra diventano comu-nazi.onalisti.

Informazione di regime, dacci oggi il nostro tarocco quotidiano… Il tarocco di oggi, inventato dai giornalisti asserviti alla sinistra, è: “Zaia non fa suonare l’inno nazionale”. Il solito falso, a cui ci hanno ormai abituato i disinformatori di sinistra. E la sinistra, come sempre, si indigna a comando. Diventano improvvisamente comu-nazi.onalisti. Quelli che hanno sempre sputato sulla Patria. Quelli vorrebbero agevolare … Continua a leggere