La disinformazione su Ok No, la censura di Giornalettismo e la mordacchia a internet.

Settimana piena su Ok No: abbiamo scoperto due disinformatori e siamo stati censurati da Giornalettismo. Prima disinformazione (autori: CGIL e Claudia) scoperta e smentita: quella sulla circolare di Brunetta a favore dei malati oncologici nella pubblica amministrazione; http://kontroinformazione.myblog.it/archive/2009/06/23/quando-la-disinformazione-diventa-una-colpa-un-gravisismo-es.html Seconda disinformazione (autore: il già noto Devis76) smentita: quella sul limite al finanziamento per la ricostruzione della case in Abruzzo; http://komunistelli.oknotizie.virgilio.it/info/41351ab02a762002/c_e_gente_che_la_pensa_come_berlusconi._c_e._esiste._l_ho_vista..html#78f14a68c3d87e18 Ma … Continua a leggere

La versione di Repubblica e quella degli altri…

Ecco la versione “drogata” di Repubblica la sfascista, quella che soffiando banditamente sulla litania della crisi, con i suoi titoloni, la favorisce… In rialzo l’inflazione a giugno in Italiahttp://finanza.repubblica.it/News_Dettaglio.aspx?del=20090630&fonte=TLB&codnews=663 Ecco la La versione degli altri: GIU’ L’INFLAZIONE, MAI COSI’ BASSA DAL 1968http://www.agi.it/economia/notizie/200906301136-eco-rt11094-inflazione_ai_minimi_dal_1968 Italia, inflazione giugno a minimo da settembre 1968http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE55T08S20090630 Inflazione ai minimi dal ’68 Il tasso di inflazione a … Continua a leggere

MA TU PENSA…IL PD SI E’ SERVITO DELLE ESCORT DI TARANTINI. ALLORA E’ PROPRIO VERO, SIAMO TUTTI BERLUSCONI !

“Incontri piccanti, clandestini e rigorosamente bipartisan. Perché tra i nomi di possibili frequentatori spuntano anche quelli di esponenti del Pd. Il deputato Gero Grassi e l’assessore regionale Sandro Frisullo”  (da l’Unità) http://www.affaritaliani.it/politica/berlusconi-silvio-inchiesta-bari-premier-veline-noemi220609_pg_2.html . . .

Perchè non sono andato a votare al referendum…

Perchè ero contrario a passare dal premio alla coalizione al premio al partito di maggioranza. Perchè ero contrario? E’ molto semplice: l’anno scorso, con la legge in vigore abbiamo fatto il fondo schiena a strisce alla sinistra, perchè la sinistra ha molte più difficoltà a fare “coalizione” della destra e si è visto con l’ultimo governo di sinistra, un guazzabuglio di preti … Continua a leggere

I Magnifici Drogati.

Per sapere dove va il pensiero e l’ideologia della sinistra è utile ascoltare Radio24 (la radio del Sole24 ore, di proprietà confindustriale). Radio24 è un prodotto ottimamente confezionato; è una radio generalista (fatta quindi per attirare il maggior numero di ascoltatori) in cui però tutta la programmazione è progettata per diffondere l’ideologia progressista, multiculturalista, internazionalista, filobamista, tipica della sinistra. (la radio, … Continua a leggere

Chi ha la necessità di abbattere la democrazia sono gli sconfitti dal voto democratico.

Berlusconi ha la necessità di abbattere la democrazia ? No. Silvio Berlusconi ha stravinto le elezioni politiche grazie al voto popolare e democratico, non ha quindi nessuna necessità di farlo, è già legittimato a governare per 5 anni, con una maggioranza parlamentare schiacciante. . Quindi chi ha eventualmente la necessità di abbattere la democrazia non è Silvio Berlusconi, ma sono gli sconfitti dal … Continua a leggere

Berlusconi: più lo mandi giù, più ti tira giù.

Il triste destino della sinistra: più attacca Berlusconi con i suoi scandaletti preelettorali ad orologeria, più perde consenso popolare e potere. Dopo lo scandaletto Noemi/Veronica puntualmente propostoci dalla stampa di regime prima delle elezioni del 6 e 7 giugno, ecco i risultati…(prendiamo in considerazioni le amministrative e non le europee perchè con quel voto l’elettorato ci dice da chi vuol … Continua a leggere

La sinistra, ormai peggio del peggior Corona, tenta la spallata eversiva finale, nonostante il disastro elettorale.

Nonostante la tattica del linciaggio mediatico a mezzo stampa (Noemi, Veronica, Mills, Voli), attuata dalla sinistra per due mesi prima delle elezioni abbia portato al risultato più basso mai raggiunto dal PD, nonchè, grazie al voto degli italiani, alla perdita di importanti province e comuni  come Avellino, Salerno, Napoli, Monza, Fermo, Barletta, Cremona, Lecco, Lodi, Piacenza, Pescara, Teramo, Chieti, Macerata, Biella, … Continua a leggere